LINGUA ITA  /  DE  /  EN  /  FR  /  SK
 

TORREFAZIONE CAFFE' DAL 1925

La torrefazione Caffè Venturato, una storia d’eccellenza che inizia nel lontano 1925 e continua oggi con gli stessi valori di sempre: amore, passione, competenza e massima qualità.

 
  | | | | | |  
 
Skip Navigation Links.

UN VIAGGIO LUNGO UNA VITA

Come un romanzo…

La storia che stai per conoscere è una storia vera. Il protagonista di questo lungo racconto è proprio il Caffè, ancor oggi la bevanda preferita da milioni di persone nel mondo. Una avventura affascinante, della quale fa parte a pieno diritto la famiglia Venturato.



La storia che vogliamo raccontarvi comincia pochi anni dopo la Grande Guerra. Etiopia ed Eritrea erano diventate territori italiani, così i fratelli Cirillo e Antonio Venturato decisero di partire per il corno d’Africa alla ventura, con il solo capitale dell'entusiasmo giovanile.

In Etiopia i due fratelli riscoprirono una bevanda dal sapore intenso e tonificante, a quel tempo riservata in Europa solo ai ceti più ricchi. Il caffè, ricavato da una pianta originaria proprio di quel Paese e preparato alla maniera berbera, caldo e fragrante, fu per i fratelli Venturato una delizia che accompagnò tutta la loro permanenza in terra d’Africa.

Passati alcuni anni, i fratelli Venturato decisero di tornare alla natia Treviso ma la nostalgia per quel mondo e per l'aroma intenso del caffè spinse Antonio Venturato a trovare un modo per riprendere contatto con l’Africa.  Nacque dunque l’idea di creare una azienda di importazione e nel 1925 i due fratelli e soci riuscirono ad ottenere la licenza Regia di Importazione di Prodotti Coloniali. Fu lo storico inizio della Torrefazione Venturato.

I fratelli Venturato non tornarono mai più in Etiopia malgrado l'irresistibile attrazione esercitata su di loro da quel Paese. Non poterono andarci semplicemente perché il successo che ebbero nella loro attività si prese tutto il tempo disponibile. In compenso, girarono praticamente tutto il mondo.   Erano imprenditori appassionati  e non potevano accontentarsi di andare al porto di Trieste a scegliere il caffè. Preferivano sobbarcarsi la fatica di lunghe traversate oceaniche per arrivare in Brasile, in Colombia, in Costa d'Avorio, dove strinsero legami d'affari e d'amicizia con i migliori produttori locali di caffè, arrivando addirittura, grazie all’opera di Valentino Venturato, figlio di Cirillo, a costruire alcuni impianti di torrefazione per conto del governo del Madagascar. Spesso attendevano fino al momento della raccolta. Si recavano nelle coltivazioni di buon mattino insieme ai braccianti, per essere certi che staccassero solo i frutti maturi e senza difetti. Questo legame diretto con i coltivatori dura ancora oggi, come testimoniano i marchi apposti sui sacchi di juta, che sono esattamente gli stessi di quasi cent'anni fa.

A quelli che bevono un caffè per rilassarsi, ed un caffè per concentrarsi, a chi invece della circolazione sanguigna ha una circolazione di "caffeina", a chi ne beve solo uno, ma che sia davvero buono, a chi il caffè lo sa fare bene e serve solo il migliore, a chi ha sempre pensato che senza il caffè la vita sarebbe meno gustosa, a chi con il caffè ci va a nozze, e non lo ha mai tradito nemmeno con un cappuccino...

Caffe Venturato è su Facebook © VENTURATO CAFFE' 2010 - La Coloniali srl
All right reserved - Adm - Partita IVA 03603230263